fbpx

LA NUOVA PROVINCIA, SALUTE & BENESSERE – Per il riallineamento dei denti Asti Clinic consiglia il metodo Invisilign, che utilizza delle mascherine trasparenti, molto meno fastidiose ed antiestetice del vecchio “apparecchio”.

Sentirsi a proprio agio migliora le relazioni con gli altri. A confermare questo principio sono i dati dell’esperienza Invisalign, il sistema di mascherine trasparenti quasi invisibili che sostituiscono i tradizionali e odiatissimi “apparecchi per i denti”. La ricerca medica, applicata come in questo caso alla moderna ortodonzia, ha cambiato in meglio la vita e le relazioni sociali di migliaia di adolescenti (e non solo).

In Asti Clinic, il centro diretto dal dottor Giorgio Sabbione in corso Alfieri 72 ad Asti, il numero dei casi trattati con successo impiegando il sistema Invisalign è davvero notevole.

Fino a qualche anno fa l’unica soluzione efficace per riallineare la dentatura era applicare apparecchi rimovibili, con evidenti disagi che andavano dalla difficoltà di mantenere una corretta igiene orale a questioni psicologiche (timore di presentarsi agli altri con il sorriso sormontato da fili e stelline di ferro). Con Invisalign tutto è cambiato. Anche grazie alle moderne tecnologie di imaging digitale in 3D, non esiste infatti più alcun margine di approssimazione nell’applicazione dell’apparecchio.
Basterà un’accurata visita in Asti Clinic per elaborare un programma personalizzato. La bocca del paziente sarà “digitalizzata”, ovvero fotografata e trasferita in immagine al computer per calcolare con la massima precisione il risultato finale al quale si vuole tendere.

Ogni paziente avrà il suo personale percorso di riallineamento che si svilupperà attraverso l’applicazione di mascherine pressoché invisibili sull’arco dentale. Il materiale in cui sono realizzate è d’avanguardia e ciò permette di evitare l’impatto visivo dell’apparecchio.

Scarica l’articolo completo in formato pdf cliccando sull’immagine sopra

 

Il programma personalizzato prevede la realizzazione di più mascherine a seconda dello stato di partenza della bocca e dunque della gravità del riposizionamento dei denti fuori posto. E’ il complesso software di Invisalign a calcolare quali e quante mascherine sono necessarie per condurre al risultato finale ottimale.
Ogni mascherina viene indossata per circa due settimane, notte e giorno. In questo lasso di tempo, esercita gradualmente una costante azione sui denti da riposizionare.
Quando una mascherina ha assolto al suo compito, si passa a quella successiva, che proseguirà nel riallineamento fino alla conclusione del processo.
A seconda delle condizioni della bocca, possono servire da un minimo di 7 ad un massimo di 50 mascherine per riportare i denti nella loro corretta posizione.
Oltre a essere quasi invisibile, la mascherina ha il vantaggio di essere facilmente removibile, si può quindi togliere per l’igiene orale e permette di lavare i denti regolarmente e con efficacia.
L’unico limite di questa moderna ed efficiente frontiera ortodontica è l’età: Invisalign si può utilizzare solo su denti permanenti, quindi su pazienti dai 12-13 anni in avanti.
Per i più giovani Invisalign ha studiato anche la linea “teen”, dedicata appunto ai teenagers, con mascherine maggiormente adattabili alla crescita.
Considerati tutti i vantaggi sono molti anche gli adulti che decidono un trattamento con le mascherine per correggere la posizione dei “denti storti”. «Si tratta soprattutto di pazienti – sottolineano ad Asti Clinic – che si portano appresso situazioni dentali difficili, non affrontate da giovani, e che da adulti decidono di porvi rimedio, sia per questioni di salute (si pensi ai benefici di una corretta masticazione), sia per questioni estetiche e di relazione sociale».

Compila il FORM sottostante. Ti risponderemo via e-mail o richiamandoti al telefono!