fbpx

Nutrizione. Il nostro corpo è composto per la maggior parte d’acqua. L’acqua è quindi un elemento di cui abbiamo assoluto bisogno e se trascuriamo questa necessità riceviamo dal corpo segnali d’allarme che vanno dalla spossatezza alla difficoltà di concentrazione, fino a problemi metabolici dovuti alla fatica nell’eliminazione delle scorie del metabolismo.

Non tutti i liquidi sono idonei a mantenere la corretta idratazione dell’organismo. Alcolici o bibite zuccherine possono dare un immediato sollievo, specie se serviti freddi, ma non aiutano a mantenere un corretto equilibrio e tolgono la sete solo momentaneamente.

I rischi di disidratazione sono più frequenti tra gli anziani e i neonati che spesso avvertono i disagi della scarsa idratazione ma li manifestano in modi che possono essere fraintesi da chi deve provvedere a loro. I neonati spesso piangono perché hanno sete, mentre gli anziani, poco abituati ad assumere acqua se non durante i pasti, manifestano talvolta scarsa lucidità.

La parola d’ordine per una corretta nutrizione è quindi bere acqua o mangiare frutti come l’anguria che contengono acqua per il 95%. Le bevande zuccherine o alcoliche vanno limitate soprattutto per le persone con problemi di peso o diabete.

Compila il FORM sottostante. Ti risponderemo via e-mail o richiamandoti al telefono!