La Patologia Orale si occupa di prevenzione, diagnosi, piano di trattamento e riabilitazione delle patologie infettive (stomatiti, micosi), autoimmuni (lichen, lupus, aftosi) e neoplastiche (tumori) che interessano i tessuti orali e periorali. Gli scopi della Patologia Orale sono il monitoraggio delle patologie neoplastiche, della terapia farmacologica di supporto, delle potenziali interazioni farmacologiche tra cure mediche (osteoporosi e bifosfonati), dell’escissione chirurgica di lesioni e della modificazione delle abitudini di vita scorrette (fumo, alcool, etc.) che possono aumentare i fattori di rischio di sviluppo di patologie orali.

FAQ - Domande frequenti

“Ho trovato una lesione in bocca, che cosa devo fare”?

Nel caso in cui si evidenzi un’alterazione della colorazione della mucosa o sia evidente una vera e propria lesione è consigliabile recarsi dal proprio dentista per capirne la causa ed effettuare una diagnosi.

Ma cosa sono le afte?

Le afte sono piccole ulcere della bocca. Possono essere fastidiose e dolorose, specie se multiple e ricorrenti. Compaiono a tutte le età, con una predilezione per le donne e tra i 10 e i 20 anni. Le cause delle afte non sono del tutto chiare, ma si pensa che alla base della loro formazione ci sia un meccanismo immunologico. Possono essere scatenate da molti fattori, fra cui stress, traumatismi (anche da apparecchi ortodontici), carenze nutrizionali, malattie intestinali infiammatorie (come morbo di Crohn e colite ulcerosa), allergie e intolleranze alimentari (come la celiachia). C’è anche una componente ereditaria.

Quali sono i tumori della bocca?

Nella bocca e nel distretto maxillofacciale (ossa mascellari e tessuti circostanti) insorgono numerosi diversi tipi di tumori ,alcuni benigni altri maligni. Solo uno di questi però si manifesta con frequenza: si tratta del CARCINOMA ORALE, tumore maligno caratterizzato da mortalità elevata, se non è curato in tempo, e da notevoli percentuali di guarigione completa se diagnosticato nelle sue fasi iniziali.

Come prevenire il carcinoma orale?

La prima regola è: la popolazione deve essere adeguatamente informata della possibilità di insorgenza anche in bocca di una malattia letale quale è il carcinoma orale. La popolazione deve essere cosciente che il ritardo diagnostico è dovuto alla “ignoranza” degli aspetti iniziali di questo tumore che nelle fasi precoci non mettono in allarme.

I seguenti comportamenti sono in grado di ridurre il rischio di questo tumore e di molte altre temibili malattie neoplastiche:
● Non fumare
● Non bere superalcolici con regolarità e non consumare vino fuori dai pasti
● Soprattutto non associare fumo e consumo giornaliero di superalcolici
● Mantenere una bocca sana e ben curata, per questo motivo consultare con regolarità un dentista, in particolare protesi vecchie e/o inadeguate devono essere rifatte
● Autoesaminatevi periodicamente la bocca, ma ATTENZIONE: esaminate tutta la bocca, sopra e sotto la lingua, la parte laterale della lingua, le guance, il palato fino all’ugola
● L’alimentazione deve essere ricca di frutta e verdure.

Se avete in bocca:
● macchie o placche bianche o rosse o bianche e rosse (sospette lesioni precancerose)
● il Lichen
● delle ferite croniche che non tendono a guarire
● denti guasti e/o gengive gonfie o malate

Consultate uno specialista per la diagnosi precisa. Cerca quello più vicino alla tua residenza.

Compila il FORM sottostante. Ti risponderemo via e-mail o richiamandoti al telefono!

6 + 6 =