fbpx

Prevenire le carie. La prima ricerca italiana sul dosaggio del glucosio salivare discussa in occasione del XX Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti di Odontoiatria dimostra che pur lavandosi i denti dopo cena il glucosio tende durante la notte a concentrarsi nella saliva, soprattutto se si esagera con i dolci.

Chi vuole mantener denti e gengive sane deve fare attenzione a cosa porta in tavola per cena: sì a insalate di verdure miste, pesce, carne bianca e formaggi, no a cibi ricchi di zuccheri e con un alto indice glicemico come pane, pasta e riso.

Lo studio è stato condotto di recente. 37 persone si sono sottoposte al mattino al prelievo della saliva per il dosaggio del glucosio, prima di essersi lavati i denti e aver fatto colazione; quindi, i partecipanti hanno mangiato e pulito i denti per poi sottoporsi di nuovo ai prelievi a intervalli di un’ora, un’ora e mezza, due e tre ore. I risultati mostrano che nel primo prelievo, ovvero nella saliva rimasta a contatto con i denti nella notte, la concentrazione di glucosio è elevata; dopo un’ora dalla colazione e dopo l’igiene orale lo zucchero nella saliva raggiunge un valore minimo, quindi risale di nuovo con una curva ”a campana”, per scendere ulteriormente negli ultimi prelievi a maggior distanza di tempo dal pasto.

Il motivo di questi dati è semplice: nella notte il flusso salivare è ridotto rispetto al giorno, per cui lo zucchero si concentra moltissimo nella poca saliva presente. Il glucosio scende poi dopo essersi lavati i denti ma tende a salire di nuovo successivamente, in coincidenza con l’innalzamento del glucosio nel sangue che si ha dopo il pasto del mattino. Anche dopo cena il meccanismo è identico: al crescere del glucosio nel sangue aumenta quello nella saliva, che però dopo il pasto serale resta a contatto con denti e gengive per tutta la notte.

Compila il FORM sottostante. Ti risponderemo via e-mail o richiamandoti al telefono!